Sonar di Lauto - MassimoLombardiNew

Massimo Lombardi
lutenist guitarist and musicologist
musician, musicologist and tecnical of Benenzon method (music therapy)
Contact
+39 333 666 5185

CONTACT ME
Vai ai contenuti

Sonar di Lauto

PROGRAMS

PROGRAMMI CONCERTO



Sonar di lauto
una passeggiata tra la musica liutistica e chitarristica dal Rinascimento al Barocco
- programma A - liuto rinascimentale, chitarra barocca
- programma B - liuto rinascimentale, chitarra barocca
- programma C - liuto rinascimentale

PRESENTAZIONE
Sonar di lauto è una proposta concertistica che vuole spingersi verso una fruizione concreta della storia della musica; così, mostrando i caleidoscopici aspetti del gusto estetico del repertorio liutistico e chitarristico del Rinascimento e del primo Barocco, l’iter di ascolto organizzato percorre un tragitto che parte dalla tradizione di derivazione quattrocentesca per arrivare al Settecento.
Le composizioni scelte descrivono sia gli ambienti sonori che il liuto e la chitarra creavano, sia le diverse idee di produzione e consumo musicale delle diverse epoche.
Il percorso qui proposto, è stato pensato come un continuo avanzamento estetico-temporale che, attraverso le opere scritte da un eterogeneo ventaglio di autori, crea quelle seducenti suggestioni che immediatamente rievocano sapori lontani, ma, più che mai, ancora vicini alla nostra attuale sensibilità. Come spesso mi capita di dire: tutto è molto meno antico di quanto possa sembrare e tutto è molto meno moderno di quanto si possa credere.
Di certo sarebbe un errore prediligere un autore; tutti rappresentano momenti artistici di assoluta levatura e tutti descrivono efficacemente il loro tempo.
Va però detto, vista l’occasione specifica, che nel 2021 ricorrono due importanti anniversari: cinquecento anni dalla morte di Josquin Desprez (?-1521) e quattrocento dalla nascita di Giovanni Battista Granata (1620/21-1687).
Josquin Desprez (?-1521) è noto per essere forse il più rappresentativo tra i musicisti del rinascimento. La sua competenza nell’arte del contrappunto e la sua invenzione melodica gli permisero di affrontare tutto il repertorio allora in auge. Ancora oggi appare come un modello di cultura musicale; oltre a rappresentare un emblema culturale-musicale del sec. XVI, fu un apripista degli sviluppi della polifonia successiva.
Trascrivere e intavolare per liuto le più belle e famose musiche vocali in circolazione, fu una prassi e una moda ovunque praticata nel Rinascimento. Innumerevoli sono le opere liutistiche così strutturate e tutte firmate da grandissimi musicisti coevi. Ovviamente, tra le molte musiche ridotte per liuto non possono mancare le composizioni di Josquin Desprez. Tra le tantissime possibilità, tutte di estrema bellezza e valore artistico, in questo programma sono proposte cinque brani: quattro rielabolazioni di Francesco Spinacino (1485-?) ed una di Luys de Narváez (1500-1555/60).
Approdati, con quest'ultimo, in Spagna, non è possibile non voltare lo sguardo verso quello strumento che nel Seicento e nel Barocco ebbe grandi glorie: la chitarra spagnola. Musicisti dello spessore di Gaspar Sanz (1640-1710), Santiago de Murcia (1673-1739), Antonio de Santa Cruz (sec.XVII) di sicuro rappresentano la più suggestiva espressione iberica dello strumento che tuttavia ebbe un enorme successo anche in Francia e in Italia.
Giovanni Battista Granata (1620/21-1687), fu un personaggio assai curioso. Chitarrista e barbitonsore (barbiere cerusico), visse a Torino e Bologna, ma ben poche notizie si sanno sulla sua vita. La sua produzione chitarristica è di grande raffinatezza e modernità, tant’è che ispirò i Led Zeppelin con la storica Starway to haven.
La tecnica e la pratica strumentale di G.B.Granata, che si rifà alla più moderna modalità esecutiva sulla chitarra barocca, prevede sia l’uso del punteado (pizzicato) che quella del ragueado (accordi).
In sintesi, il viaggio musicale proposto con Sonar di lauto, prendendo slancio nella tradizione tardo quattrocentesca, procede gradualmente nel tempo, e attraversando i secoli, l’Europa e dando l'imprescindibile tributo a Josquin Desprez, giunge fino a Giovanni Battista Granata (1620/21-1687); anche se forse sarebbe meglio dire che giunge fino ai giorni d'oggi. Tutto ciò rappresenta un periodo di intensa e multiforme evoluzione culturale, estetica ed artistica. La musica è quindi un veicolo per viaggiare e ricongiungere estremi temporali che appartengono all'umanità. I suoni del passato, ancora vivi e influenti nella nostra epoca, sono indiscutibili istanti di bellezza.
Massimo Lombardi


Programma: SONAR DI LAUTO
strumenti: liuto rinascimentale, chitarra barocca

Vincenzo Capirola (secc. XV-XVI)
dal Ms d'intavolatura di liuto (ca.1517)
- Canto bello
- La vilanela
- Ti [...] baleto da balar bello
- Padoana descorda

Luys de Narváez (1500-1555/60)
da Los seys libros del delphín (1538)
- Fantasia sul quarto tono (lib.II)
- Canción I del Emperador (Mille regretz de Josquin), quarto tono (lib.III)
- Diferencias sobre Guárdame las vacas (lib.VI)

Vincenzo Galilei (1520-1691)  
dal Libro primo di Intavolature de lauto di Vincenzo Galileo Fiorentino (1563)*
 
dal Ms intavolatura di liuto del (1584)**  
 
- Ricercare secondo*
 
- Calliope Gagliarda I **

Giovanni Girolamo Kapsberger (1580-1651)
dal Libro primo d'intavolatura di lauto (1611)
- Toccata terza
- Gagliarda ottava

Antonio de Santa Cruz (sec. XVII)  
dal Libro donde se verán pazacalles de los ocho tonos i de los trasportados (sec. XVII)
- Marizapalos sobre D
- Jaracas

Giovanni Battista Granata (1620-1687)
da Capricci Armonici (1646)
- Toccata
- Sarabanda
- Alemanda
- Corrente
- Passacagli sopra D
Massimo Lombardi
www.massimolombardi.it
cell. +39.333.666.51.85 – contatti

Massimo Lombardi lutenist and musicologist
www.massimolombardi.it info@massimolombardi.it
cell. + 39 333 666 5185
Torna ai contenuti